Itinerari

L'ubicazione territoriale, al centro di un percorso turistico - archeologico tra i più interessanti della Sicilia occidentale, permette di pianificare giornalmente la propria vacanza e visitare con brevi spostamenti varie località nelle province di Trapani, Palermo e Agrigento: dalla vicinissima Riserva Naturale dello Zingaro alle aree archeologiche di Segesta, da Erice a San Vito Lo Capo, da Mozia alle Saline di Trapani, da Palermo a Monreale, da Selinunte ad Agrigento.

Agriturismo Castellammare del Golfo
Agriturismo Castellammare del Golfo

Scopello

Il nome deriverebbe dal greco "scopelos" (scoglio), in riferimento ai famosi faraglioni ai quali si accede dalla tonnara. Abitata sin dalla preistoria (reperti rinvenuti nelle grotte dell'entroterra documentano la presenza umana a partire dal Paleolitico), la zona era conosciuta da tempi antichissimi per l'abbondanza dei tonni che si pescavano nel suo mare, tanto da essere chiamata dai greci "Cetaria" cioè "terra dei tonni". Gli Arabi vi fondarono un casale abitato da pescatori e pastori e, nel 1235, Federico II di Svevia, dopo averlo annesso con tutto il feudo alla città di Monte San Giuliano, ne concesse la proprietà ad un gruppo di coloni Piacentini che, però, lo abbandonarono presto a causa delle continue incursioni piratesche. In quei secoli, infatti, i pirati che infestavano il basso Mediterraneo, usavano la baia di Scopello come base per le loro scorrerie: ormeggiando le navi a ridosso dei faraglioni risultavano praticamente invisibili dal largo.

Le torri danno al paesaggio un alone di mistero ed un fascino che mescola insieme natura e storia. Risalgono a epoche diverse e facevano parte di un sistema di difesa e di comunicazione distribuito lungo tutto il perimetro della Sicilia: comunicando tra esse di notte per mezzo di fuochi e di giorno con fumo, si poteva informare in pochissimo tempo tutta l'Isola di qualsiasi notizia di carattere militare. La più antica, probabilmente edificata dagli Arabi a protezione della tonnara, è quella che si erge sul faraglione un tempo collegato alla terraferma, a cui si accedeva forse con un ponte o con una scala intagliata nella stessa roccia.
A piedi 5 minuti.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Riserva Naturale dello Zingaro

Un filo di perle lungo sette chilometri. Una continua teoria di pareti a picco, aspri promontori, magnifiche calette, profonde rientranze, antri e cuniculi sottomarini, bassi scogli, stretti valloncelli, fantastiche spiagge di ciotoli e sabbie che si specchiano in un mare incontaminato dai toni cangianti: qui azzurro, turchino, celeste, laggiu' blu, ceruleo, oltremare. E' sempre limpido. Sempre tranquillo.
In auto a 5 minuti.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Castellammare del Golfo

Sede dell'antico emporio segestano fu in età prellenica il principale approdo delle città elime di Erice e Segesta. Ribattezzata Al Madarig dagli Arabi, conserva ancora le testimonianze delle culture che la dominarono Con la costruzione del Castello, probabilmente in età araba, della Tonnara e del "caricatore" il luogo assunse, in età tardo-medievale, una funzione strategica alla confluenza dei principali flussi commerciale verso l'interno.
In auto a 10 minuti.

Agriturismo Castellammare del Golfo

San Vito Lo Capo

Città del cous cous, piatto della pace e simbolo di integrazione fra popoli e culture diverse. L'abitato di San Vito nasce nelle vicinanze del Santuario dedicato al santo mazarese, una fortezza saracena il cui nucleo originale risale al XIII secolo. Il mare sanvitese ha restituito reperti archeologici oggi conservati nel Museo del Mare e provenienti soprattutto dal relitto della nave arabo-normanna adagiata sui fondali di fronte al faro.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Segesta

Uno dei centri principali e più potenti del popolo Elimo, famosa per il suo Teatro greco che, nel periodo estivo ospita le rappresentazioni classiche, il suo tempio e le sorgenti termali.
In auto a 25 minuti.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Erice

Fondata dagli Elimi che vi eressero il Tempio dedicato alla Dea dell'Amore. Sulle sue rovine oggi sorge il Castello di Venere, fortificato dai Normanni.
In auto a 35 minuti.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Mothia

Fondata dai Fenici di Tiro alla fine del VIII secolo A.C., l'isola conserva i resti della civiltà fenicio-punica tra i più importanti del Mediterraneo.
In auto a 60 minuti.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Marsala

La città si trova all'estremità occidentale della Sicilia. Fu prima emporio e poi base navale romana. All'epoca il suo nome era Lilibeo, poi cambiato in Marsa Allah (porto di Allah) dagli Arabi che la occuparono per diversi secoli. Recentemente sono stati riscoperti monumenti romani quali le terme del III secolo a.C.; il Duomo conserva poche tracce dell'edificio normanno e all'interno vi sono opere pregevoli; molte le chiese della città, quasi tutte ristrutturate in epoca barocca.

Agriturismo Castellammare del Golfo

Gibellina

Ricostruita dopo il terremoto del 1968 in un'area che dista 18 km dal vecchio paese, è una città museo, una celebrazione del moderno a cui importanti artisti hanno partecipato. Simbolo del paese è la gigantesca stella all'ingresso del paese realizzata da Pietro Consagra. Le stesse macerie della città vecchia sono divenute una gigantesca struttura di Alberto Burri.

  • Agriturismo Castellammare del Golfo
  • Agriturismo Castellammare del Golfo
  • Agriturismo Castellammare del Golfo
  • Agriturismo Castellammare del Golfo
  • Agriturismo Castellammare del Golfo

Altre mete

Palermo (in auto a 60 minuti)

Agrigento (in auto a 70 minuti)

Trapani (in auto a 40 minuti)

Selinunte (in auto a 40 minuti)

Salemi (in auto a 30 minuti)